Piadina di ceci

Posted on: 26 Gennaio 2017, by :

 

La farina di ceci è molto versatile in cucina. Si può utilizzare per preparazioni sia dolci sia salate, sostituendo in parte o completamente la farina ottenuta dai cereali. Naturalmente priva di glutine, è perciò adatta ai celiaci. Se macinata a pietra e da legumi decorticati, garantisce un profilo nutrizionale migliore e privo di spiacevoli gonfiori. Nella preparazione di torte, ad esempio, si può sostituire alla farina normalmente usata una quota pari al 20-30% di farina di ceci (o di soia, che ha un aroma più delicato); lo stesso vale per la preparazione della pizza. In questo modo si possono far mangiare i ceci anche ai bambini più “difficili”, quelli che alla sola idea di mangiare legumi si infuriano (anche se non li hanno mai assaggiati…parlo per esperienza personale).

Una ricetta molto semplice a prova di bimbo è la piadina di ceci. Si aggiunge ad una quantità di farina di ceci una quantità doppia di acqua (se gassata meglio, la piadina risulterà più soffice), si mescola bene per evitare che si formino grumi e si lascia riposare per alcune ore; ad esempio, si può preparare la pastella alla mattina e poi cucinarla per la cena. Passato il tempo di riposo, con un mestolo si versa una parte dell’impasto in una padella antiaderente leggermente unta d’olio e si copre con coperchio. Dopo qualche minuto si gira la piadina e si continua a cuocere senza coperchio a fuoco medio finché non è ben cotta.

Accompagnata da verdure e spalmata con un po’ di tahin, è un piatto completo che soddisferà il palato e anche la pancia senza appesantire, ma donando senso di sazietà.

Una volta fatta pratica si può aggiungere, durante la preparazione dell’impasto, della verdura tagliata a dadini oppure spezie o erbe aromatiche, ad esempio il rosmarino.